Monthly Archive gennaio 2017

Vini abbinabili ad appetizer con grissini

appetizer con grissini

Appetizer con grissini e altri prodotti sfiziosi

La vendita stuzzichini per aperitivi consente di inventare sempre nuovi appetizer da portare in tavola con un cocktail o con un tradizionale calice di vino. A seconda dei prodotti scelti per preparare l’aperitivo, si possono realizzare accostamenti con vini frizzanti, fruttati, floreali, aromatici, equilibrati. La scelta del vino, nello specifico, è importante per esaltare il gusto dei bocconcini di pane e degli altri ingredienti dell’appetizer, che potranno essere ad esempio salumi, formaggi o creme spalmabili. A seconda degli alimenti portati in tavola, quindi, bisogna indirizzarsi verso un vino dal gusto e dall’aroma differenti.

Idee per abbinare il vino agli appetizer

Un classico appetizer che non può mancare nell’aperitivo, è il grissino con arrotolata una fetta di prosciutto. Scegliendo grissini artigianali e un prosciutto crudo di prima qualità, è d’obbligo l’accostamento con un vino altrettanto ricercato; le soluzioni a disposizione spaziano dal Pinot Nero allo Chardonnay. Per quanto riguarda gli abbinamenti, il vino bianco e il vino rosé sono senza dubbio le scelte più tradizionali quando si parla di aperitivo. Se gli appetizer sono particolarmente ricchi e saporiti, tuttavia, nulla vieta di optare per un vino rosso, magari non troppo corposo.

Appetizer con grissini e vino rosso

I grissini possono essere sia un ingrediente base sia un prodotto di accompagnamento: la vendita stuzzichini per aperitivi, infatti, lascia libero spazio alla fantasia e alle creazioni più insolite. I bocconcini di pane, ad esempio, sono perfetti da servire insieme a una miniporzione di zuppa di verdure o di legumi. In questo caso, l’accostamento ideale è con un vino rosso giovane e delicato, come il Dolcetto o il Barbera. Se il gusto della zuppa è particolarmente intenso, è possibile osare con un vino altrettanto corposo, come il celebre Rosso di Montalcino.

Piavettini: produzione di grissini e altre specialità artigianali

Piavettini

La produzione di Piavettini

Con circa dieci anni di esperienza nel settore della panificazione, Piavettini rappresenta un’azienda affidabile dalla tradizione artigianale. I grissini, prodotto principale della linea Piavettini, rappresentano il fiore all’occhiello di questa importante azienda trevigiana. Caratterizzati da una forma originale, più corta e più spessa di quella dei comuni grissini, i “piavettini” sono un croccante snack da gustare in qualsiasi momento della giornata. Ottimi da portare con sé come merenda golosa, i grissini sono perfetti anche per accompagnare zuppe, secondi a base di carne e sfiziosi contorni.

I grissini Piavettini: qualità e gusto

I grissini Piavettini rappresentano la perfetta combinazione di qualità e gusto: questo prodotto artigianale, infatti, riesce a soddisfare le aspettative dei palati più esigenti. I grissini sono preparati con un impasto di farina di frumento e olio extra vergine di oliva 100% italiano. Realizzati con amore, seguendo le antiche tradizioni casalinghe, i grissini vengono sfornati e confezionati ancora caldi. Questa fase viene eseguita con altrettanta cura, utilizzando buste in grado di proteggere la friabilità e il profumo. A caratterizzare questi golosi bocconcini sono la semplicità della preparazione e la leggerezza. La produzione grissini, in altre parole, ripropone le tradizioni di una volta legate ai cicli stagionali e ai frutti offerti della natura.

Produzione e distribuzione di grissini

Alla fase di produzione grissini, segue una fase di distribuzione durante la quale Piavettini collabora con importanti aziende operanti nel settore della grande distribuzione. In questo modo, i grissini, sfiziosi e genuini, arrivano con facilità sugli scaffali delle più importanti catene di negozi. Direttamente dal Veneto, una terra ricca di materie prime di qualità, i grissini Piavettini arrivano sulla tavola di tutti italiani. Gli amanti del buon gusto e della qualità possono riscoprire i profumi e i sapori di un tempo.

Consumo di carboidrati e scelta dei grissini

consumo di carboidrati

Consigli sul consumo dei carboidrati

I carboidrati hanno un fascino innegabile: la pasta, la pizza e il pane non sono solamente grandi classici della gastronomia italiana ma sono piatti in grado di stuzzicare il palato e di conquistare i più golosi. I carboidrati, però, andrebbero consumati con moderazione, sia evitando gli eccessi sia scegliendo prodotti sani e genuini. La scelta migliore consiste nell’evitare quelli particolarmente elaborati e preparati con ingredienti di scarsa qualità; al contrario, bisogna optare sempre per prodotti da forno bio, realizzati in maniera artigianale e con materie prime selezionate con grande cura.

Perché preferire i grissini al pane?

Rispetto al pane, i grissini sono un prodotto molto più leggero e digeribile: il successo dei grissini, infatti, è stato decretato già dai tempi antichi proprio da queste caratteristiche innovative. Anche per quanto riguarda i grissini, però, è d’obbligo una distinzione tra i vari prodotti; per un consumo di carboidrati consapevole, infatti, è importante scegliere i grissini in base agli ingredienti. Le aziende che commercializzano prodotti da forno bio e artigianali, in particolar modo, mettono a disposizione un’ampia scelta di grissini; in questo modo è possibile coniugare facilmente la golosità con la qualità.

Quale tipologia di grissino bisogna scegliere?

Un grissino artigianale, preparato secondo la ricetta antica, ha come ingredienti principali la farina e l’olio. Per quanto riguarda l’olio, è importante utilizzare un extra vergine di oliva 100% italiano; la scelta della farina è più ampia e variegata: il kamut, a questo proposito, rappresenta una materia prima ricca di proteine, vitamine e sali minerali. Le farine biologiche come quella di kamut sono perfette per preparare grissini gustosi e nutrienti; questi bocconcini di pane, al tempo stesso, possono essere completati con dei semi che rendono l’impasto più sfizioso al tatto e più completo.

Tipologie di grissini di ieri e di oggi

grissini

I primissimi grissini torinesi

I grissini, considerati oggi dei prodotti da forno innovativi e sfiziosi, erano in realtà già conosciuti nel lontano XVII secolo. I primissimi grissini torinesi, nati addirittura alla corte sabauda, prendono il nome di “robatà”: il termine dialettale significa “caduto” o “rotolato” e descrive i grissini più lunghi e nodosi; a caratterizzare questi prodotti, annoverati tra le eccellenze della tradizione italiana, è proprio la lavorazione artigianale che rende l’impasto poco liscio. Più recente ma altrettanto interessante è il “grissino stirato”, ottenuto non arrotolando l’impasto ma allungando i lembi con le braccia. Da questi prodotti storici, si sono sviluppate ricette più moderne e all’avanguardia.

Prodotti da forno innovativi e gustosi

Per trasformare i grissini in prodotti da forno innovativi e originali è possibile lavorare sia sulla forma sia sugli ingredienti. Per quanto riguarda la forma, i tradizionali grissini lunghi e sottili possono essere sostituiti da bocconcini di pane più “tozzi”. Corti e spessi, questi grissini sono perfetti da sgranocchiare come spuntino o da portare in tavola per accompagnare tanti piatti diversi. I bocconcini di pane sono disponibili anche in confezioni monoporzione, pratiche da infilare in borsa e da portare con sé a lavoro o in viaggio.

Grissini per tutti i gusti

Leggeri e friabili, i grissini possono essere personalizzati con un ingrediente particolare. Molto apprezzati sono i bocconcini di pane ricoperti di semi di sesamo; oltre ad avere un gusto ricco e sfizioso, infatti, questi grissini si caratterizzano per la superficie ruvida che rende il prodotto ancora più stuzzicante. Da non perdere anche i bocconcini preparati con la farina di kamut, un prodotto goloso e fragrante che può essere accostato a tanti alimenti diversi non solo salati. La varietà di prodotti a disposizione, in conclusione, riesce a soddisfare i gusti più disparati.

Idee per un appetizer natalizio con i grissini

appetizer-natalizio

Appetizer originali da servire durante le feste

Nel menù del cenone della Vigilia o del pranzo di 25 Dicembre non possono mancare sfiziosi appetizer a tema natalizio. I grissini rappresentano un ingrediente ideale per creare tanti antipasti sfiziosi sia nel gusto sia nella presentazione. Le feste di Natale, infatti, sono il momento perfetto per dedicarsi alla cucina, sperimentare e portare in tavola piatti non solo buoni ma anche ricercati nell’estetica. I grissini confezionati singolarmente, nello specifico, sono pratici per realizzare tante miniporzioni e altrettante sfiziose creazioni di food design.

Un appetizer festoso con i grissini

Tra le tipologie di grissini confezionati singolarmente, spiccano i bocconcini di pane corti. Rispetto ai classici grissini lunghi, infatti, questi prodotti da forno risultano maggiormente versatili anche dal punto di vista estetico. I bocconcini di pane croccante, ad esempio, possono essere disposti su un vassoio in modo da creare la forma di un abete, di un fiocco di neve o di un altro elemento in grado di evocare atmosfere natalizie. Ogni ramo dell’albero o del fiocco rappresenta un gustoso appetizer da sgranocchiare e da condividere; per completare la creazione, si possono utilizzare salse, semi, frutta secca e molti altri ingredienti tipici della stagione fredda.

I migliori grissini per preparare antipasti natalizi

Per preparare un antipasto da servire durante le feste invernali, si possono scegliere grissini dal gusto ricco e sfizioso. I bocconcini con i semi in superficie, a questo proposito, rappresentano una soluzione di grande successo: il gusto particolare dei semi, infatti, si sposa perfettamente con il sapore ricco dei piatti tipici natalizi. La particolare texture creata dai semi, al tempo stesso, consente di creare dei piatti di food design ancora più particolari e in grado di stupire tutti i commensali sia per il gusto sia per l’estetica.