La tante varianti del pane italiano

Possiamo considerare il pane come il re dei prodotti da forno tipici italiani. Nel nostro paese esistono tantissime varietà di pane che si differenziano per ingredienti e lavorazioni. Spesso le tipologie di pane sono legate alla tradizione delle varie regioni e provincie italiane. Tra i più famosi c’è sicuramente il Pane Casareccio di Genzano Igpe il Pane di Altamura Dop, ma è veramente difficile fare una stima reale delle versioni di questo prodotto da forno presenti nel Bel Paese, perché le ricette variano anche all’interno della stessa regione o addirittura della stessa provincia.

I grissini

Una variante del pane italiano che si differenza notevolmente dalle altre per forma, consistenza e metodo di lavorazione è rappresentata dai grissini. Questi prodotti da forno sono tipici del Piemonte, si contraddistinguono per la caratteristica forma a bastoncino che può variare dai 20 agli 80 cm. Hanno una cottura piuttosto breve e la ricetta di base prevede farina di grano tenero, acqua, latte, olio, lievito e sale. Sono ottimi per accompagnare i piatti tipici della cucina mediterranea, ma anche per creare dei fantastici appetizer magari avvolti in una fetta di buon prosciutto crudo.

La piadina romagnola

Un’altra variante di pane italiano che si distingue notevolmente dalle altre è la famosa piadina romagnola. Come si intuisce dal nome questo prodotto da forno è tipico dell’Emilia Romagna e si riconosce per la tipica forma appiattita, dovuta all’impasto che non presenta lievito, ma solo farina di gran tenero, acqua e sale e in alcune varianti un po’ di olio o strutto. Le piadine vanno sostanzialmente gustate con dei companatici a scelta, come salumi, formaggi, verdure ecc., sistemati al centro della piada che poi viene ripiegata su se stessa o arrotolata.