Grissini al sesamo

I grissini al sesamo sono snack molto gustosi che possono essere consumati in qualsiasi momento della giornata anche accompagnati da salumi e alti contorni. Ma come mai i semi di sesamo vengono utilizzati tantissimo sui prodotti di panificazione e anche su altri cibi? Semplice, i semi di sesamo sono una eccellente fonte di elementi nutritivi, ma si si usano anche perché in questo modo il cibo risulta essere più gustoso. Di seguito andremo a vedere quali sono le proprietà dei semi di sesamo.

Le proprietà dei semi di sesamo

I semi di sesamo vengono raccolti appunto dal sesamo una pianta erbacea il cui nome scientifico è Sesamum indicum, è originaria dell’India e dell’Africa. Esistono due tipi di semi di sesamo quello nero e quello bianco, quest’ultimo è quello più utilizzato perché è meno raro. Tra le proprietà dei semi di sesamo spicca la loro alta quantità di calcio, tanto da essere considerati come una tra le principali fonti vegetali di calcio. Ma contengono anche: magnesio, proteine, fosforo, ferro, e anche zinco, selenio e manganese. Inoltre sono anche ricchi si acidi oleici.

Come gustare i grissini con sesamo

Abbiamo appena visto che i semi di sesamo possiedono delle proprietà che li rendono davvero ottimi nell’alimentazione. Infatti Piavettini ha fatto una versione dei suoi famosi grissini con una bella spolverata di semi di sesamo. I grissini Piavettini sono più corti e larghi dei classici grissini, il che li rende più facili da trasportare in borsa. I grissini con sesamo Piavettini sono gustosi bocconcini di pane leggeri e friabili disponibili anche nelle comodissime monoporzioni. Possono essere consumati con ogni pietanza, sono perfetti con prosciutto crudo e altri salumi o con formaggi freschi o stagionati, insomma vi è davvero l’imbarazzo della scelta.